catena del dna

Quanto Caffè bevi ?

Quanto Caffè bevi ?

Quanto Caffè bevi ? Uno studio scientifico afferma che ci sono sei varianti del nostro DNA che regolano la nostra abitudine ad assumere caffè in diverse quantità.

Bere molto o poco caffè non è solo una questione di gusto.

LO STUDIO SUL LEGAME TRA CAFFÈ PERSONE

Secondo una meta-analisi, guidata da ricercatori della «Harvard School of Public Health» e del «Brigham and Women’s Hospital», il caffè provoca effetti diversi a seconda delle persone.

Nel nostro DNA esisterebbero 6 varianti genetiche che inciderebbero sul nostro rapporto con il caffè.

Per questo, per alcune persone un caffè bevuto dopo cena risulta gradevole, mentre per altri significa insonnia o mal di stomaco.

IL CAFFÈ E IL NOSTRO DNA

I ricercatori, dopo aver esaminato il genoma di oltre 120 mila regolari bevitori di caffè, di origine europea e Afro-Americana, hanno scoperto le varianti genetiche che sono associate a diversi geni.

Due sono associate a geni che regolano il metabolismo della caffeina (POR e ABG2), altre due varianti sono state individuate in geni che regolano gli effetti gratificanti della caffeina (BDNF e SLC6A4) e altre due vicino a geni che regolano il metabolismo del glucosio .

Pertanto le persone riescono a modulare naturalmente la loro assunzione di caffè, per beneficiare degli effetti ottimali della caffeina sul proprio fisico.

Ognuno di noi dunque, è come se avesse un proprio misurino capace di regolare la quantità giusta di caffeina da assumere, per evitare gli effetti negativi.

E’ stato scoperto inoltre che i fattori genetici legati alla maggiore assunzione di caffè operano velocizzando il metabolismo della caffeina.

Questa scoperta rappresenta un passo in avanti nella scienza, per portare avanti indagini scientifiche future volte ad esplorare i legami tra il caffè e la salute.

Una base per identificare sottogruppi di persone con più probabilità di beneficiare di un aumento o di una diminuzione del consumo di caffè per migliorare la loro salute.