quando il caffè è di qualità

Quando il caffè è di qualità ?

Quando il caffè è di qualità ?

Che sia in cialde, macinato o in grani il caffè di qualità si riconosce dal gusto, dal colore e dalla sua consistenza.

Le caratteristiche del chicco di caffè dipendono inizialmente dalla lavorazione che avviene nel paese d’origine. La maggior parte del caffè di qualità Arabica è prodotto in Brasile, ma anche in Etiopia.

Il caffè segue una classificazione di mantenimento della sua qualità, che cambia ogni volta che si modifica la sua presentazione. Pertanto, il caffè in grani mantiene meglio la sua qualità rispetto al caffè in cialda, fermo restando che il gusto in tazza può essere percepito come buono in entrambi i casi.

LA LAVORAZIONE

Una volta raccolti, i grani di caffè vengono selezionati nel paese in cui avverrà la distribuzione, la miscela e la torrefazione.

Per ottenere un pregiato caffè espresso è indispensabile armonizzare le miscele, con una giusta dose di pregiate varietà di Arabica e di Robusta.

L’Arabica rende al caffè un aroma delicato e la giusta acidità, mentre la Robusta attribuisce un sapore più pieno e «cioccolosità».

Tanto più è alta la percentuale di Arabica rispetto alla Robusta, tanto più il caffè in tazza diventa pregiato. Inoltre, la miscela Arabica diminuisce la percentuale di caffeina nella bevanda, tra l’1 e il 2,5%, rispetto all’altra miscela, tra il 2 e il 4 %.

LA TOSTATURA

La torrefazione è un passaggio molto delicato, durante il quale i chicchi di caffè non solo vengono tostati, ma acquistano le sostanze che ne determinano il gusto e gli aromi.

Se i tempi della torrefazione si allungano troppo – non più di un quarto d’ora – i composti degli aromi si distruggono, modificando l’equilibrio tra acidità e amarezza nel chicco.

L’ESPRESSO

Il caffè espresso è di qualità quando risulta cremoso e corposo al primo assaggio, con un retrogusto moderatamente amaro.

Il sapore del caffè espresso deve essere persistente, anche subito dopo aver sorseggiato l’ultima goccia, mentre il suo colore deve apparire testa di moro-nocciola.

Dalla crema, invece, è possibile riconoscere il tipo di miscela con cui è stato preparato il caffè, ovvero notando le striature più chiare che emergono in superficie.

La qualità del caffè espresso dipende anche dalla macchina da caffè utilizzata a casa. Quest’ultima, indipendentemente che funzioni con il caffè macinato o in capsule, dovrebbe essere sempre regolata in modo da ottimizzare la sua funzionalità in base al tipo di caffè impiegato.

 

 

manutenzione